sabato 21 febbraio 2015

Frammenti di lettura - Il contrario della solitudine di Marina Keegan



Buona sera amici lettori e bentornati su Sfogliando la vita.
Oggi sono qui per farvi un regalo. Un regalo vero. Non di quelli con carta colorata e nastrini dorati ad avvolgerli, ma un regalo di parole. Profonde, decise, stupende.
Dedico questo frammento, tratto dalla raccolta di racconti e saggi di Marina Keegan, a tutti i giovani che anche solo per un attimo si sono sentiti smarriti nel mondo, proprio come me.
Io, leggendolo per la prima volta, ho pianto. E continuerò a piangere tutte le volte che riprenderò in mano questo libro che mi ha chiamato a se nel momento in cui ne avevo più bisogno.




#15
Per tutti gli altri frammenti clicca qui





(...) Ma chiariamo una cosa: gli anni migliori della nostra vita non sono dietro di noi. Fanno parte di noi e sono destinati a ripetersi quando cresceremo, quando ci trasferiremo a New York e ce ne andremo da New York, quando desidereremo vivere o non vivere a New York. (...)Certo ci sono cose che vorremmo avere fatto: le nostre letture, quel ragazzo in mensa. Siamo i critici più severi di noi stessi e ci vuol poco a deluderci. Basta dormire troppo. Procrastinare. Prendere scorciatoie. (...) Le nostre insicurezze private ci seguono e ci seguiranno sempre.Il fatto è che siamo tutti così. Nessuno si sveglia quando vorrebbe. Nessuno ha fatto tutte le letture assegnate (tranne, forse i pazzi che vincono i premi...). Abbiamo questi standard irraggiungibili e probabilmente non saremo mai all'altezza della versione perfetta di noi stessi che fantastichiamo per il futuro. Ma non ci vedo niente di male.Siamo così giovani. Siamo così giovani. Abbiamo ventidue anni. Abbiamo un sacco di tempo. A volte c'è questa sensazione che si insinua nella nostra coscienza collettiva mentre siamo da soli nel nostro letto dopo una festa, o mentre riponiamo i libri perchè abbiamo deciso di lasciar perdere e uscire: che in qualche modo sia troppo tardi. Che in qualche modo gli altri siamo più avanti di noi. Più compiuti, più specializzati. Più sulla strada giusta per salvare il mondo, in qualche modo, per creare, inventare o migliorare. (...)Alcuni di noi si sono messi a fuoco. Alcuni di noi sanno esattamente cosa vogliono e sono sulla strada per ottenerlo (...). La maggior parte di noi, invece è un po' smarrita in questo mare di materie umanistiche. Non sappiamo che strada stiamo seguendo nè se abbiamo fatto bene a imboccarla. Se solo mi fossi laureata in biologia... Se solo mi fossi interessata al giornalismo fin dal primo anno... (...)Ciò che dobbiamo tenere a mente è che possiamo ancora fare qualsiasi cosa. Possiamo cambiare idea. Possiamo ricominciare da capo. Seguire una specialistica o provare a scrivere per la prima volta. L'idea che sia troppo tardi per fare qualcosa è comica. E' ridicola. Ci stiamo laureando al college. Siamo così giovani. Non possiamo, non DOBBIAMO perdere questo senso di possibilità perchè alla fine è tutto quello che abbiamo.

_______


Marina Keegan muore nel 2012 a soli 22 anni in un incidente automobilistico, pochi giorni dopo essersi laureata a pieni voti alla Yale University. Era una delle voci più promettenti della letteratura americana.


Anche se per me sarà difficilissimo parlarne, perchè è un libro che diventerà un cult, uno di quelli da tenere fissi sul comodino, vi rimando a Lunedì prossimo per la recensione.
Intanto vi consiglio di correre a comprarlo.

Buona vita e buona lettura.



8 commenti:

  1. Risposte
    1. E' qualcosa di toccante. Piangiamo assieme :) E' così bello non sentirsi soli. Siamo tutti così. E' questa condivisione il contrario della solitudine, proprio come dice Marina!

      Elimina
  2. Questo frammento racchiude tutte le emozioni che provo da mesi e che mi frastornano perché vorrei controllare o gestire, ma non ci riesco. Racchiude tutti i miei recenti pensieri. E credo che lo leggerò ogni volta che vorrò sentire questa magnifica fitta al cuore.
    Grazie per aver proposto questo frammento <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che ho provato anche io in questi mesi, e sapere che ci sono altre persone che provano esattamente quello che provo io è qualcosa di meraviglioso.
      Quindi grazie a te per aver commentato col cuore :*

      Elimina
  3. Ciao <3
    Grazie mille per aver condiviso con noi questo frammento di libro...devo dire che mi ispira tantissimo!Sicuramente lo comprerò quando avrò intenzione di intraprendere una lettura impegnativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla, grazie a te per essere passata e aver commentato :)
      Spero che lo comprerai presto, è davvero meraviglioso!

      Elimina
  4. ..". La maggior parte di noi, invece è un po' smarrita in questo mare di materie umanistiche. Non sappiamo che strada stiamo seguendo nè se abbiamo fatto bene a imboccarla. Se solo mi fossi laureata in biologia... Se solo mi fossi interessata al giornalismo fin dal primo anno... (...)Ciò che dobbiamo tenere a mente è che possiamo ancora fare qualsiasi cosa. Possiamo cambiare idea. Possiamo ricominciare da capo. Seguire una specialistica o provare a scrivere per la prima volta. L'idea che sia troppo tardi per fare qualcosa è comica. E' ridicola. Ci stiamo laureando al college. Siamo così giovani. Non possiamo, non DOBBIAMO perdere questo senso di possibilità perchè alla fine è tutto quello che abbiamo..."


    Mi sono immersa in queste parole meravigliose e che dire? Sembra la storia della mia vita. Queste parole racchiudono dolore,indecisione,poca fiducia in sè stessi,ma anche una grande voglia di emergere e spaccare il mondo. Questo frammento mi ha toccata profondamente,facendomi venire i brividi.
    Non potevo non commentare,questo post è così toccante,così semplicemente speciale.
    Ti ho risposto anche al commento su YouTube.
    Non vedo l'ora di leggere questo libro,grazie per avermi dato la possibilità commentando il mio video
    di conoscere il tuo meraviglioso blog e di condividere l'emozione che ha suscitato in te una lettura bellissima.
    Leggerò al più presto questo libro.
    Un abbraccio.
    Benedetta:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta!! Che piacere ritrovarti anche qui! Sono contenta che il frammento ti sia piaciuto, lo sapevoo!!!
      Aspetto anche la tua recensione :) Un bacio :*

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)